top of page

Metodi di valutazione dell’impatto ambientale dei sistemi zootecnici

Image by Stijn te Strake

Coordinatore: Prof. Andrea Vitali

Membri:

Alberto Stanislao Atzori, Luciana Bava, Marco Berton, Davide Biagini, Sara Carè, Mirco Corazzin, Raffaella Finocchiaro, Giulia Gislon, Giampiero Grossi, Lydia Lanzoni, Alberto Mantino, Riccardo Negrini, Giacomo Pirlo, Angela Salzano.

Obiettivi

  1. Mettere a sistema le competenze presenti all’interno di ASPA sulle tematiche inerenti stima, determinazione e valutazione degli impatti ambientali dei sistemi zootecnici e, ove necessario, individuare interlocutori esterni da coinvolgere a supporto dell’operato della Commissione stessa; 

  2. Effettuare un’analisi critica della bibliografia di riferimento; 

  3. Fornire elementi di chiarezza nell’applicazione dei modelli disponibili per il calcolo degli indicatori ambientali;

  4. Organizzare eventi formativi e divulgativi; 

  5. Realizzare delle linee guida a supporto della valutazione dei principali indicatori ambientali da applicare alle produzioni zootecniche.

Stato dell’arte e motivazioni che giustificano l’attivazione della Commissione di Studio:

I sistemi zootecnici sono ormai da tempo sotto attacco mediatico. Negli ultimi anni il settore agricolo, e in particolare quello dell’allevamento, è stato spesso individuato, con un approccio molto spesso ideologico e non supportato da evidenze scientifiche, come uno dei principali responsabili del riscaldamento globale, dell’inquinamento ambientale in senso lato e del consumo di acqua e suolo. La nostra Associazione ha affrontato e affronta questi temi con il dovuto rigore scientifico ed è inoltre fortemente impegnata nella divulgazione nei confronti dell’opinione pubblica e degli organi decisionali di informazioni corrette. Tuttavia, ad oggi sussiste ancora una certa confusione nell’applicazione di metodiche e procedure per la stima/determinazione/valutazione dell’impatto che il sistema zootecnico ha sull’ambiente in generale, sul clima e sulla utilizzazione di risorse. L’Associazione ha sempre avuto un ruolo importante nelle occasioni in cui si è resa necessaria la standardizzazione di metodiche analitiche come, ad esempio, nelle analisi degli alimenti zootecnici, del latte e dei profili metabolici. In questo momento si ritiene pertanto indispensabile che ASPA avvii al proprio interno un confronto critico sulle metodologie e procedure di stima, determinazione e valutazione degli impatti ambientali dei sistemi zootecnici per arrivare all’adozione di procedure standardizzate e condivise dalla propria comunità.

 

Attività della Commissione di Studio: 

Attraverso incontri periodici l’attività della commissione sarà rivolta al confronto sullo stato dell’arte dei principali modelli di calcolo adottati per la valutazione di indicatori ambientali applicati ai sistemi zootecnici. In particolare, si ritiene di dover fornire elementi di chiarezza, tra gli altri, sulle metodologie di valutazione scientifica e tecnica delle applicazioni disponibili per la determinazione: dell’impronta di carbonio e delle emissioni e rilasci di azoto e dell’impronta idrica. A valle di tale confronto saranno definite delle linee guida che potranno essere di sopporto al calcolo degli indicatori ambientali delle principali filiere zootecniche. Infine, l’attività della commissione sarà rivolta anche all’organizzazione/partecipazione di eventi formativi (summer school, seminari, ecc.), divulgativi (webinar, social media, convegni) e alla stesura di review. 

 

Deliverables della Commissione di Studio: 

  1. Review sulla rivista dell’Associazione

  2. Linee guida di supporto al calcolo dei principali indicatori ambientali dei sistemi zootecnici

  3. Summer school e seminari

  4. Webinar, pubblicazioni su riviste tecniche, comunicazioni a convegni


Pubblicazioni:

bottom of page