Precision Livestock Farming

Coordinatoore: Dr. Fabio Palmiro Abeni

Membri: Abeni Fabio P., Bernabucci Umberto, D’Agaro Edo, De Marchi Massimo, De Palo Pasquale, Dimauro Corrado, Formigoni Andrea, Lopreiato Vincenzo, Luzi Fabio, Marchesini Giorgio, Nanni Costa Leonardo, Neglia Gianluca, Sandrucci Anna A., Sermoneta Colomba Lina, Trevisi Erminio, Zucali Maddalena.

Auditori: Cavallini Damiano, Cotticelli Alessio, Fantini Alessandro, Mammi Ludovica, Nannoni Eleonora, Salzano Angela.


Obiettivi:

  1. Integrare le competenze presenti all’interno di ASPA sulle tematiche indicate e, ove necessario, individuare interlocutori esterni da coinvolgere a supporto dell’operato della Commissione stessa

  2. Effettuare una analisi critica di quanto presente in letteratura sui punti sopra individuati e altri ritenuti di primario interesse dalla Commissione, realizzando almeno un documento da pubblicare come Review sulla rivista dell’Associazione

  3. Interfacciarsi con il mondo produttivo mediante la promozione di incontri (convegni, seminari) in occasione dei principali eventi fieristici del settore e in altre occasioni che la Commissione, in accordo con la Presidenza, possa ritenere utili

  4. Individuare un percorso che possa portare alla realizzazione di un testo (o quantomeno alla formulazione delle linee guida che dovrebbe seguire) di zootecnia di precisione, idoneo a supportare l’azione dei docenti nei principali corsi attivati.


Attività:
 

Il crescente interesse per le applicazioni della sensoristica, in tutte le sue declinazioni, in un quadro di progressiva digitalizzazione delle informazioni nel sistema delle produzioni animali, richiama l’attenzione della nostra Associazione. In particolare, si ritiene opportuno che ASPA possa esprimersi su alcuni importanti aspetti di questo fenomeno che interessano, in prima battuta, il versante scientifico-metodologico e arrivano, in ultima analisi, sino a determinare una più o meno corretta formazione e informazione degli operatori del settore, con un conseguente variegato grado di applicazione e successo economico dell’innovazione a livello produttivo. In particolare, si ritiene di dover fornire elementi di chiarezza, tra gli altri, sui seguenti aspetti.

-metodologie di valutazione scientifica e tecnica delle applicazioni proposte in letteratura e sul mercato

 

-approccio alla valutazione economica dell’introduzione e integrazione di sistemi di PLF nei diversi settori delle produzioni animali

 

-efficacia di sistemi PLF per il monitoraggio e il miglioramento del benessere animale attraverso la segnalazione tempestiva di dismetabolie e/o malattie

 

-opportunità e importanza della integrazione dei dati per la definizione di indicatori complessi per semplificare l’analisi e l’interpretazione diagnostica

 

-metodologie statistiche applicate alla gestione di sistemi di zootecnia di precisione

 

-elementi di diritto nella generazione e gestione dei dati da dispositivi commerciali e dai relativi servizi forniti da soggetti esterni all’azienda zootecnica

 

-elementi di ingegneria (sensoristica, robotica, utilizzazione di biomasse) applicate alla zootecnia di precisione

 

-elementi di conoscenza di base di informatica per l’accesso a piattaforme digitali e utilizzo di big data

 

-approccio didattico.



Pubblicazioni:
 

- Partecipazione ad Evento FAD "Zootecnia di precisione: applicabilità e affidabilità" - Fondazione Iniziative Zooprofilattiche e Zootecniche. Aprile 2021.