top of page

Modellizzazione Nutrizionale

Image by Stijn te Strake

Coordinatori: Prof. Alberto Stanislao Atzori, Prof. Antonio Gallo

Membri:

Marco Battelli, Antonello Cannas, Valentina Caparulo, Damiano Cavallini, Pierpaolo Danieli, Anna De Angelis, Giulia Ferronato, Giulia Foggi, Andrea Formigoni, Diana Luise, Ludovica Eugenia Mammi, Francesco Masoero, Matteo Ottoboni, Luca Rapetti, Francesco Serrapica, Alessandro Vastolo.

Obiettivi

Gli obiettivi sono quelli di promuovere a livello nazionale:

  1. lo studio e caratterizzazione dello stato dell’arte dei modelli nutrizionali esistenti, sviluppati con sia con fini conoscitivi ed esplorativi, cioè come modelli di ricerca, che con fini applicativi, come quelli usati per il razionamento delle principali specie di interesse zootecnico;

  2. la raccolta dati e lo sviluppo di database, da utilizzare nella valutazione dei modelli nutrizionali esistenti e nello sviluppo di nuovi modelli per il razionamento, anche per le specifiche esigenze di allevamento del panorama nazionale;

  3. lo sviluppo di modelli descrittivi e previsionali, sia empirici che meccanicistici, per la comprensione dei meccanismi biologici coinvolti nei processi digestivi, anche a fini didattici.

  4. la discussione di nuovi approcci meta-analitici e modellistici per la stima del valore nutritivo degli alimenti e dei fabbisogni nutrizionali applicati al razionamento alimentare delle principali specie di interesse zootecnico;

  5. lo sviluppo di un network nazionale e internazionale con cui discutere ed approfondire le tematiche di cui sopra;

  6. l’organizzazione di seminari e corsi di modellizzazione, di base ed applicata, per la diffusione delle conoscenze sulla modellizzazione applicata nei gruppi di ricerca nazionali e in particolar modo nel settore scientifico disciplinare della Nutrizione ed alimentazione animale

Stato dell’arte e motivazioni che giustificano l’attivazione della Commissione di Studio:

I numerosi sistemi di alimentazione proposti a livello internazionale, tra i più noti quelli di origine francese, americana, scandinava, tedesca, australiana) sono in costante fase di aggiornamento e miglioramento, anche rispetto alle conoscenze biologiche ottenute dalla ricerca scientifica sulla nutrizione animale nelle diverse specie. Si ritiene pertanto necessario approfondire, nella comunità scientifica nazionale, i principi che legano i paradigmi metodologici di base della modellizzazione ai meccanismi biologici della nutrizione animale, oltre che alle implicazioni scientifiche e tecniche derivanti dalla adozione nel panorama zootecnico nazionale dei sistemi internazionali di stima dei fabbisogni, della valutazione degli alimenti e del razionamento alimentare supportato da software e strumenti informatici. Inoltre, si ritiene prioritario lo sviluppo di modelli nutrizionali di maggiore interesse per la zootecnia nazionale, come ad esempio la previsione delle caratteristiche qualitative del latte e della carne.

Attività della Commissione di Studio: 

  1. La necessità di dedicare parte dello sforzo del gruppo di lavoro alla descrizione delle esigenze della comunità tecnica e scientifica nazionale sulla modellizzazione nutrizionale in termini di i) specie su cui è applicata la modellizzazione e a quale grado di dettaglio, ii) tipo di modellizzazione applicata, iii) eventuali applicazioni tecniche con software disponibili a livello tecnico, libero o a pagamento.

  2. orientarsi verso la promozione (e sviluppo) di modelli nutrizionali da utilizzare a scopo didattico a livello nazionale e open access per gli studenti.

  3. creare incontri monotematici o giornate formative in presenza (ruminanti, monogastrici, etc, specie, bovini, ovini bufali, suini etc)

  4. creare una lista di persone che in Italia si occupano di questi aspetti e coinvolgerli per le iniziative di cui sopra.

 

Deliverables della Commissione di Studio: 

  1. Convegno di inizio lavori della Commissione da tenersi in occasione della fiera di Cremona per il 1 dicembre 2023.

  2. Dossier di articoli divulgativi sulla sostenibilità delle produzioni del settore bovino da latte (Informatore zootecnico, numero di novembre, fiera di Cremona).

  3. Presentazione in Webinar: i giovedi delle scienze animali ASPA previsti per la primavera 2024.

  4. Organizzazione di una sessione del meeting EAAP 2024 sulla modellizzazione nutrizionale.

  5. Stato dell’arte dei modelli nutrizionali usati nel razionamento in Italia e per la didattica: È stata realizzata una cartella condivisa di materiale bibliografico suddivisi per specie animale. Con l’obiettivo futuro di realizzare una Review “direzioni future sulla modellizzazione nutrizionale animale”. Si sta svolgendo un lavoro di raccolta di opinioni e pareri sulle esigenze tecniche e applicative dell’uso dei modelli nutrizionali in Italia per le diverse specie di ruminanti e monogastrici.

Pubblicazioni:

bottom of page