top of page

Precision Livestock Farming Workshop: il successo della 2° Edizione


L'appuntamento annuale con il Workshop Plf Student's Travel, organizzato dalla Commissione ASPA Precision Livestock Farming, si è svolto con grande successo lo scorso Settembre. Gli studenti che hanno partecipato hanno avuto modo non solo di approfondire le tematiche legate all'allevamento di precisione, ma sono potuti entrare in contatto con le realtà produttive che applicano nella pratica le tecniche acquisite, spesso attraverso le tecnologie di ultima generazione. Vediamo il resoconto delle giornate.


Nei giorni dal 20 al 22 settembre 2023 si è svolto il 2nd PLF STUDENT’S TRAVEL WORKSHOP organizzato dalla Commissione PLF dell’ASPA (Associazione per la Scienza e le Produzioni Animali), che ha coinvolto oltre 60 persone tra studenti, laureati, dottorandi e docenti di 5 diversi atenei italiani (Bologna, Milano, Napoli, Piacenza e Viterbo), nonché il coordinatore della Commissione ASPA PLF, Fabio Abeni del CREA. L’evento, quest’anno, è stato organizzato dal gruppo di zootecnia dell’Università “Federico II”.


La prima visita alla realtà produttiva è stata all’Azienda Letizia s.r.l. a Pietramelara (CE), ove è stato possibile ammirare l’organizzazione “ad alta automazione” di un allevamento di Bufala Mediterranea, dotato di sistema Calf Rail per l’alimentazione lattea individuale automatizzata per le giovani e di un sistema di mungitura robotizzata TDM, oltre che di una doppia sala convenzionale. Il tutto in una azienda dotata di caseificio che lavora anche latte proveniente da altri allevamenti.


La giornata dedicata alle presentazioni degli studenti è stata ospitata dalla ditta Mangimi Liverini S.p.A. di Telese Terme (BN) che ha messo a disposizione le sue eleganti e funzionali strutture per i convegni (oltre ad aver consentito una visita tecnica ai propri impianti produttivi). Nel corso della giornata, abbiamo assistito anche a cinque Main Lecture tenute da personale tecnico delle ditte Liverini, Mangimi Liverini S.p.A., MSD Animal Health, ED&F Man – SugarPlus, De Laval Company e Total Dairy Management. La vittoria del concorso tra gli studenti è andata a Luca Borzacchiello dell’Università “Federico II” che ha portato una relazione sull’impiego della termografia per la rilevazione delle mastiti subcliniche nella Bufala Mediterranea.


Il premio consiste nella iscrizione gratuita al prossimo meeting EAAP che nel 2024 si terrà a Firenze; alle prime tre presentazioni classificate (la seconda e la terza dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza) verrà consegnato (appena disponibile) il volume che la Commissione ASPA PLF sta finendo di realizzare con l’editore PVI.


Il contest ha pienamente soddisfatto le aspettative dei docenti e ha entusiasmato gli studenti, alle prese per la prima volta con un impegno di presentazione di un lavoro secondo i canoni della comunicazione scientifica del settore zootecnico.



La giornata conclusiva dell’evento si è svolta tra due siti estremamente interessanti per motivi diversi. La prima azienda, infatti, oltre ad allevare Bufala Mediterranea, produce, per l’alimentazione delle proprie lattifere, orzo germinato in coltura idroponica, che va a rappresentare un importante arricchimento nella razione aziendale. La seconda azienda è stata la tenuta della CIRIO Agricola Farm a Fagianeria (CE), ove è stato possibile apprezzare la gestione ad elevata automazione di una mandria di bovine in lattazione con la presenza di robot di alimentazione e di mungitura, ad esaltare l’attuale potenziale raggiunto nella gestione digitale dell’allevamento bovino da latte.



Dopo questo secondo anno, si può sperare che l’iniziativa possa rappresentare, negli anni a venire, un importante appuntamento fisso per il mondo accademico zootecnico e, si spera, sempre più attrattivo per le imprese del settore PLF, sia come momento di confronto con la ricerca accademica, sia per un auspicato scouting tra i giovani appassionati a queste tematiche.


 

Contributo della Commissione ASPA Precision Livestock Farming.

71 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page