top of page

Cani adulti: quale concentrazione di micotossine nella classe premium di alcuni alimenti


Gli alimenti per gli animali da compagnia sono di vitale importanza quando pensiamo alla loro salute. Ma sappiamo davvero cosa contengono e quali potrebbero essere gli effetti immediati e di lungo periodo sul loro organismo? Questo studio ha voluto sottolineare alcuni rischi che i prodotti contenenti cereali possono avere per i cani soprattutto in età adulta. Vediamo perché gli alimenti contenenti i cereali possono contenere quantità elevate di micotossine, e quali sono i rischi per i nostri amati pet.


Le micotossine sono metaboliti secondari prodotti dai funghi soprattutto quelli appartenenti ai generi Aspergillus, Penicillum e Fusarium. Le micotossine sono metaboliti fungini secondari che producono effetti tossici sugli animali e sull'uomo. A seconda della classificazione, ad oggi sono note 300-400 micotossine. Non tutti i funghi sono in grado di produrre micotossine; i cosiddetti tossigeni li producono soltanto. Le micotossine più comuni nei mangimi comprendono aflatossine, fumonisine, ocratossina-A, zearalenone e tricoteceni deossinivalenolo, tossina T-2 e tossina HT-2.


Le micotossine sono metaboliti secondari prodotti da funghi filamentosi che possono contaminare i cereali, spesso a causa di una conservazione impropria dei cereali. Le micotossine contaminano i cereali in tutto il mondo e la loro presenza negli alimenti per animali domestici rappresenta una potenziale minaccia per la salute degli animali da compagnia. Gli alimenti per cani in pellet secco contengono quantità maggiori di cereali rispetto agli alimenti per cani in scatola umida. Questo alto contenuto di cereali può potenzialmente causare alti livelli di micotossine. I cereali, in particolare mais, sorgo, riso, frumento, avena, orzo e miglio, contenuti negli alimenti secchi per cani sono la fonte più probabile di contaminazione da micotossine.


Aflatossine, ocratossina-A e micotossine Fusarium sono state rilevate sia nei componenti grezzi che nel prodotto finale (cibo estruso) di alimenti per animali domestici in tutto il mondo. L'aflatossina, un'epatotossina e cancerogena, ha causato diversi focolai di intossicazione alimentare nei cani e in molti paesi è stata data importanza a un certo livello di contenuto di aflatossina negli alimenti per animali domestici. Quando i cani ingeriscono cibo per cani estruso a base di aflatossine, queste vengono assorbite nel duodeno, si legano all'albumina plasmatica e vengono trasportate attraverso il flusso sanguigno.


Queste micotossine hanno vari meccanismi citotossici dannosi. L'Unione Europea ha fissato un limite legale di 20 ppb per l'aflatossina-B1, che costituisce la maggior parte delle aflatossine totali, nei mangimi per animali e ha pubblicato linee guida per deossinivalenolo e fumonisina. Le micotossine del Fusarium, tra cui l'ocratossina A, i tricoteceni, lo zearalenone e le fumonisine, possono avere effetti di avvelenamento cronico sulla salute degli animali da compagnia. Gli effetti clinici delle micotossine variano a seconda del tipo, della concentrazione e della frequenza dell'esposizione.


Alcune micotossine causano morbilità e mortalità sia in modo acuto a causa di esposizioni ad alte dosi, sia in modo cronico dopo esposizioni a lungo termine a basse dosi. Gli effetti possono includere tossicosi acuta come anoressia, depressione, sanguinamento gastrointestinale, ittero o danno epatico acuto che si manifesta come convulsioni. Malattie croniche come la fibrosi epatica e renale, infezioni da immunosoppressione e cancro sono state associate all’esposizione cronica a micotossine a basse dosi.


In uno studio clinico, è stato riscontrato che una combinazione di micotossine contenente aflatossina-B1 e B2, fumonisina-B1 e B2, ocratossina-A e zearalenone induce immunotossicità sulle cellule mononucleari del sangue periferico canino. Pertanto, la potenziale contaminazione da micotossine negli alimenti per animali domestici rappresenta una seria minaccia per la salute. Come si può capire, determinare i livelli di micotossine negli alimenti per cani e determinare quale gruppo alimentare è più alto è importante per la salute del cane.



La determinazione dei livelli di micotossine, che si riscontrano nei cani e che possono essere la causa di alcune malattie metaboliche per le quali viene utilizzato solo un trattamento sintomatico, in alimenti di classe premium ed economica contenenti diverse proteine (farina di agnello, pesce e pollo) e carboidrati (cereali o farina di patate e tapioca) offerte in vendita guideranno i ricercatori e i proprietari di animali. Lo scopo di questo studio ha determinato le concentrazioni di aflatossina totale, ocratossina-A, fumonisina-B1 e zearalenone in 40 tipi diversi di marca estrusa secca con diverso contenuto nutrizionale (cereali o senza cereali), che erano alimenti economici e di classe premium, prodotti commercialmente per cani adulti.


Conclusioni e valutazioni

Di conseguenza, gli alimenti per cani senza cereali contengono concentrazioni molto basse di fumonisina-B1 e micotossine zearalenone, mentre gli alimenti per cani premium non ne contengono alcuna. Gli alimenti della classe Premium contengono fumonisina-B1 in concentrazioni inferiori rispetto alle classi economiche. L'ocratossina A non è stata rilevata in nessuno degli alimenti di classe premium e la sua prevalenza è bassa.


È interessante notare che gli alimenti di classe economica contengono la micotossina zearalenone in una concentrazione inferiore rispetto agli alimenti per cani di classe premium. L’aflatossina totale non è mai stata rilevata nelle classi economiche e premium degli alimenti senza cereali e contenenti pesce + cereali e, in generale, gli alimenti di classe premium contengono una concentrazione inferiore di aflatossina totale.


 

Fonti:

L'articolo è un estratto della pubblicazione intitolata "Comparison of some mycotoxin concentration and prevalence in premium and economic class of adult dog foods" e consultabile integralmente presso l'Italian Journal of Animal Sciences al seguente link:

21 visualizzazioni0 commenti
bottom of page