top of page

#CongressoASPA2023: il riassunto della prima giornata


Al via prima giornata ufficiale del 25° Congresso ASPA a Torre Cintola (Monopoli) e i lavori sono entrati nel vivo dalla prima mattina. Le quattro aule dedicate agli speech e incontri erano gremite di partecipanti, circa 650, che hanno ascoltato le presentazioni di docenti e dottorandi, e si sono confrontati sulle tematiche dedicate alle Scienze e Produzioni Animali. Vediamo i dettagli.


Alle 8.30 di questa mattina 14 Giugno sono ufficialmente iniziati gli speech del 25° Congresso ASPA, e gli interventi si sono alternati senza sosta fino alle ore 19 con docenti e dottorandi che hanno potuto esporre nuovi dati e tesi sulle Scienze e Produzioni Animali.


Development of Genomics in Biodiversity

Prosegue e si rafforza la ricerca sulle varie razze e specie animali, e negli ultimi decenni il legame con gli studi in relazione ai cambiamenti climatici, e al sostegno degli allevatori custodi dei pascoli e del territorio, è sempre più solido.


I vari interventi sono stati infatti dedicati alla condivisione dei dati più aggiornati sulle varie categorie zootecniche: ad esempio, parlando di caprini, è stato sottolineato come in Italia vi sia una variabilità di popolazioni di capra locali davvero ampia, ed è interessante la sempre maggiore diffusione e tutela delle razze tipiche che si adattano anche ai Cambiamenti Climatici.


Parlando di Animal Welfare, è emersa la necessità di trovare un equilibrio tra produzione ottimale, valorizzazione del lavoro degli allevatori custodi, e management dei fattori di stress degli animali. Molti sono gli studi genetici e sui fenotipi che servono ad individuare i fattori che possano aiutare a garantire la biodiversità, il benessere animale, il guadagno umano e la sostenibilità ambientale, ed è per questo che la ricerca deve poter garantire continuità nella condivisione dei dati e nell'interconnessione dei vari settori dedicati.


La tematica dell'Heat Stress and Climate Resilience in Livestock ha visto alternarsi varie questioni, tra cui diverse molto attuali e al centro del dibattito: in che modo lo stress da calore influenza il potenziale genetico di questi animali? Quali soluzioni si possono adottare per migliorare il benessere animale e le produzioni? Numerose ricerche stanno cercando di stabilire dei Modelli Predittivi che si basano sul comportamento animale, per valutare l’impatto dell’heat stress e come poter affrontare questa realtà sempre più presente a causa dei cambiamenti climatici.


Gli speech dedicati invece all'Enviromental Footprint hanno condiviso i dati sulle analisi delle Emissioni di bovini, ovini e caprini, in un'ottica sempre più di emissioni zero. Tra i tanti interventi quello dedicato alla locazione del bestiame come fattore impattante non solo sul loro benessere, ma sulle emissioni in generale, e gli studi sugli impatti dell'allevamento bufalino e ovino per le produzioni animali, hanno animato il dibattito tra i partecipanti che si sono confrontati sui dati mostrati a supporto delle tesi. In particolare, è emerso come i pochi dati disponibili incoraggino la strada per la ricerca del futuro.


È stata inoltre affrontata la tematica dell'Agroforestazione nella pastorizia e nelle produzioni animali, tema al centro del dibattito italiano e internazionale perché inerente alle problematiche di forestazione, disboscamento e gestione dei territori boschivi. Anche l'approccio olistico all'allevamento del bestiame, come quello equino e ovino, è da tenere in forte considerazione per le ricerche del domani non solo per gli effetti positivi, ma anche per i rischi che si incorrono soprattutto quando il bestiame viene a contatto con la fauna selvatica protetta.



Ad ultimo, parlando invece di Advances in Meat Quality, è stato presentato un interessante studio sugli effetti dell'immuno castrazione delle carcasse dei suini, mostrando i vantaggi della procedura, che può innanzitutto limitare gli atteggiamenti sessuali aggressivi dei suini in fase di convivenza.


 

Qui tutte le informazioni per partecipare al Congresso:


Il Congresso e i vari speech verranno trasmesso live nel canale Facebook ufficiale:


La sede di Torre Cintola è il luogo ideale dove condividere serenamente esperienze scientifiche e umane, celebrare i 50 anni della nostra Associazione, incontrarsi e favorire la crescita professionale di giovani ricercatori e creare nuove opportunità per molte generazioni di ricercatori italiani di scienze animali.


Vi aspettiamo quindi al 25° Congresso ASPAScienze della produzione animale: innovazioni e sostenibilità per le generazioni future”, e restate sintonizzati per nuovi aggiornamenti.

195 visualizzazioni0 commenti
bottom of page