top of page

#CongressoASPA2023: riassunto della terza giornata e ringraziamenti


Il 25° Congresso ASPA è giunto alla conclusione, e resterà nei ricordi di tutti i partecipanti non solo per le sessioni presentate, davvero tante e diverse tra loro, ma anche per i momenti di condivisione che hanno creato un ambiente rilassato e frizzante per tutta la durata dell'evento. Vediamo assieme i momenti salienti dell'ultima giornata.


L'ultima giornata del 25° Congresso ASPA tenutosi presso Torre Cintola, Monopoli (BA), ha chiuso l'evento più importante dell'anno per l'Associazione e per i nuovi e vecchi soci, i quali hanno partecipato attivamente a tutti gli incontri, confrontandosi sugli ultimi dati delle ricerche effettuate in campo zootecnico.


Come per le giornate precedenti, anche l'ultima è stata ricca di sessioni dedicate ai temi salienti sulle Scienze e Produzioni Animali, come ad esempio l'Animal Welfare and Health, Development of Genomics in Biodiversity, Sustainable Feeding Strategies in Livestock Systems e Companion Animals, solo per citarne alcuni.


In particolare, quello dedicato al benessere degli animali da compagnia è stato ricco di spunti per gli esperti del settore grazie al focus sull'alimentazione ottimale per queste razze animali, e sugli avanzamenti degli studi sulla genomica di alcune razze in particolare che ne permettono una conoscenza più approfondita sui tratti distintivi.


Lo speech dedicato alle differenze genetiche ed alla loro influenze sulla resistenza o suscettibilità della razza canina Setter Inglese alla Leishmania ha fornito spunti di riflessione per i ricercatori per approfondire non solo questa tematica in particolare, ma per proseguire gli studi sulla genetica così da poter prevenire tempestivamente la formazione di alcune malattie che potrebbero rivelarsi impattanti per la salute del pet.


Dando uno sguardo al futuro, la sessione dedicata a "Insects' Production for Feed and Food" è stata particolarmente partecipata per la tematica proposta: gli studi effettuati sulla tollerabilità degli umani ai cibi a base di insetti si inserisce perfettamente nel dibattito contemporaneo. Si parla sempre più spesso di quale sarà il cibo del futuro, di quale sia l'alternativa sostenibile in grado di poter soddisfare il fabbisogno mondiale, e gli insetti e prodotti a base di insetti vengono considerati sempre di più un'opzione da considerare.


Ecco perché anche le ricerche nel settore proseguono senza sosta e riguardano ormai non solo l'alimentazione umana, ma anche quella animale. L'alimentazione degli animali da pascolo è infatti un campo di ricerca che, come altri, ha subìto una progressiva crescita per tenere il passo con le problematiche contemporanee, come l'utilizzo ottimale delle risorse disponibili ed il migliore sfruttamento di quelle disponibili.


 

Come anticipato, il 25° Congresso ASPA è giunto al termine e il prossimo appuntamento è per Torino 2025, dove si terrà la 26esima edizione. Come dichiarato dal Presidente Nicola Macciotta, questo Congresso non è stato solo una celebrazione dei 50 anni dell'Associazione, ma è stata la manifestazione di un grande cambio di passo della stessa.


Partendo dall'ampia presenza dei giovani dottorandi, quasi il 50% dei partecipanti, a quella delle donne, che ha raggiunto il 50% delle presenze, fino alla crescita della rivista "Italian Journal of Animal Sciences" entrata nella sezione Q1 come valutazione delle riviste scientifiche, è stato chiaro fin da subito che questa edizione avrebbe cambiato lo status di ASPA e avrebbe aperto nuove prospettive future.


Un ringraziamento va quindi a tutti i partecipanti che hanno preso parte all'evento con entusiasmo e si sono confrontati con passione per tutta la sua durata. Ed un ringraziamento va anche a tutto il Comitato Organizzatore, che si è speso perché tutto andasse per il meglio, per rendere l'evento davvero indimenticabile.


Attendiamo quindi l'appuntamento per Torino 2025, e nel mentre il lavoro di condivisione e disseminazione dei risultati scientifici prosegue senza sosta, per rendere una tematica sì complessa, ma anche estremamente attuale, come quella delle Scienze e Produzioni Animali, sempre più vicina e comprensibile anche per un pubblico non di settore.


Perché la scienza e conoscenza devono essere accessibili a tutti, senza distinzioni.



138 visualizzazioni0 commenti

Comentarios


bottom of page